pedane !!!

Nel primo articolo di interni dell’ essere si parla di pedane, ovvero di come sia possibile modificare da un punto di vista spaziale due vani di un appartamento in un unico ambiente con piccoli salti di quota capaci di infondere qualità spaziale all’ immobile. Come si evince dalla prima immagine di rilievo si ha a che fare con due vani distinti alti 3m dove sono presenti due accessi separati, una situazione tipica che possiamo ritrovare spesso negli immobili degli anni ’60 o ’70 del secolo scorso. Il progetto in questo esempio prevede la possibilità di unire i due vani lasciando un unico ingresso che immette inizialmente in una piccola zona pranzo arredata con tavolo, sedie ed una grande madia. Poi, attraversando un piccolo filtro con un salto di quota di appena 30cm ed una riduzione di altezza di 20cm ottenuta mediante una pedana ed una controsoffittatura, si accede nel cuore del living, il quale riguadagna i 20cm in altezza persi precedentemente e nel quale si trova un ampio divano, un puff, un tavolino circolare ed una parete attrezzata in muratura e legno, a tutta altezza lungo cio che resta della parete divisoria dei due ambienti e bassa lungo la finestra, parete attrezzata nella quale è alloggiato un ampio LCD. Il filtro è quindi disegnato dalla piccola ma comoda scala di accesso al living ed è demarcato, oltre che dalla controsoffittatura, da piccole pareti attrezzate in muratura, legno e cristallo dove trovano spazio libri ed oggettistica di vario genere. Dai grafici si evince come sia possibile infondere di qualità spaziale i due piccoli vani trasformati in un unico grande ambiente il cui racconto è arricchito e strutturato spazialmente attraverso i salti di quota descritti.