“Una facciata a regola d’arte” | concorso di idee

Nelle settimane scorse ho partecipato ad un concorso di idee nella Provincia di Caserta dal nome “Una facciata a regola d’arte”, qui pubblico gli elaborati e la breve relazione al Progetto di Urban Design…Ad Maiora !

R E L A Z I O N E

L’idea progettuale è quella di riorganizzare e
riqualificare architettonicamente il layout della
piazza antistante la facciata oggetto del bando
rialzandone di 10cm la quota, rendendola
totalmente pedonale, dotandola di alberi, siepi,
panchine, lampioni, pietra lavica, pietra bianca,
legno ed un proiettore 3D Mapping in
corrispondenza dell’ albero centrale del nuovo
layout con il quale proiettare sulla facciata
oggetto del concorso tutte le opere pervenute
all’ ente banditore, promuovendo in tal modo
un modello inclusivo e valorizzando tutti i
partecipanti del concorso.
In particolare l’ opera da me proposta,
totalmente digitale, svolge un ruolo di supporto
alla proiezione delle opere di tutti i partecipanti
essendo impostata graficamente come una slide
di presentazione di tutte le opere.
La slide presenta una filigrana color seppia,
costituita da una rielaborazione dell’ immagine
satellitare della piazza, sulla quale emergono le
parole chiave del testo del bando di color rosso,
parole che immagino animate durante la
proiezione come consentito dalla attuale
tecnologia digitale.
Il Progetto di riqualificazione della piazza
prevede di tinteggiare la facciata oggetto del
bando di concorso di bianco, per fare da
supporto scenografico alla corretta proiezione
crepuscolare e notturna delle immagini
artistiche, risultando in tal modo totalmente
non invasivo.






Progetto di riqualificazione dell’ area dell’ ex mercatino di via F. Cerlone – Napoli

Il progetto di riqualificazione dell’ area dell’ ex mercatino di via Francesco Cerlone qui a Napoli esposto in questo video walkthrough ed in questi grafici nasce con l’ intento di definire una vera e propria Agorà con aree commerciali ed aree coperte e scoperte più propriamente intime, con connotazioni riservate agli aspetti più ludici e per questo gioiosi dello stare insieme, volendo in tal modo fare dell’ incontro con l’ altro, con il prossimo che ci circonda, il tema portante ed il vero target dell’ intero discorso progettuale. Camminando lungo via Cerlone provenendo da via Canzanella si incontrano nell’ ordine i 45 posti auto previsti progettualmente ed in successione un ampia area vista come filtro vero e proprio dell’ agorà commerciale, segnalata da una porta ed una torre tecnologica contenente tabelloni elettronici per la comunicazione all’ interno dell’ agorà (per diffondere informazioni legate all’ orario il tempo ed annunci pubblici o altro), al cui interno un ascensore provvede a portare i fruitori lungo un percorso rialzato. Superata la porta si accede all’ interno dell’ area commerciale attrezzata con una batteria di N°12 attività commerciali tra le quali sono presenti l’ edicola ed il bar previsti dal bando progettuale, negozi costituiti da due vani, un bagno con relativo filtro e caratterizzati dalla presenza di un lucernario che illumina l’ area della vendita con luce solare. Sopra la batteria di negozi corre il percorso pedonale rialzato previsto dal progetto. Nell’ area dell’ agorà commerciale possono trovare ospitalità anche eventuali esposizioni estemporanee legate alla vendita o ad altro. Sul fondo dell’ agorà una piccola struttura pubblica su pilotis ospita una ludoteca, alla quale si accede attraverso una doppia rampa di gradoni e/o un ascensore panoramico, struttura che con la sua presenza demarca l’ area più intima dell’ agorà, in parte coperta ed in parte scoperta all’ interno della quale si accede attraverso una seconda porta definita sempre dal percorso pedonale rialzato e ospitante tre palme e panchine per i suoi ospiti. I materiali con i quali è previsto l’ intervento sono pietra lavica per la pavimentazione, cemento armato a vista per le strutture, mattoni e legno per i tompagni e le rifiniture, le insegne dei negozi dell’ area commerciale e della ludoteca sono in acciaio inox satinato, gli infissi in legno e vetro. Una fascia alberata circonda tutto l’ intervento costituendo in alcune zone l’area prevista dal bando per lo sgambamento dei cani. Tra la ludoteca, i negozi e la torre tecnologica corre un percorso pedonale rialzato costituente una passeggiata ancora più intima e spettacolare nell’ area dell’ agorà che ricuce strutturalmente tutto l’ intervento. Il progetto costituisce una simulazione ed un esercitazione non avendo come architetto partecipato professionalmente al concorso.

Piazza del mercato nel centro storico di Secondigliano | Tesi di Laurea 2003

Napoli, 21 Ottobre 2003…da studente a studioso !!!

Queste immagini ritraggono le tavole della mia Tesi di Laurea discussa nella splendida chiesa sconsacrata di San Demetrio e Bonifacio adibita in quel periodo ad Aula Magna della Facoltà di Architettura dell’ Università Federico II di Napoli.

Il 21 Ottobre 2003 è stata una giornata memorabile, la conclusione di un intenso cammino, il coronamento di un sogno, l’inizio di un nuovo ciclo, non meno avvincente e affascinante anche se più vero e per questo ovviamente più arduo ed intenso, un periodo di armonia i cui riflessi avverto fortemente ancora oggi a distanza di qualche anno da allora !!!

Il tema della Tesi prende spunto da un concorso di idee indetto nel Gennaio dello stesso anno dall’ Ordine degli Architetti di Napoli per i suoi giovani iscritti, ed è ambientato a Secondigliano nell’ area mercatale del suo centro storico.
Il progetto ha fondamentalmente i caratteri di un tema di Urban Design.

…al mio prossimo più prossimo…